Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

NOVITA' IN LIBRERIA

 

ROSE E LIBRI

 

 

 

OSCURANTISMO E CRIMINI DAI CATARI A GIORDANO BRUNO - ADRIANO PETTA - ED . LA LEPRE - EURO 20,00 WWW.LALEPREEDIZIONI.COM

 

Una trama segreta unisce, attraverso i secoli, i catari occitani, il filosofo Ruggero Bacone, il cardinale Nicola Cusano, l’artigiano Gutenberg, l’astronomo Copernico, l’eretico Giordano Bruno e il padre della scienza moderna Galileo Galilei... 

Forze oscure si sono alleate con la Chiesa cattolica per ostacolare in ogni modo la libera diffusione di fondamentali innovazioni quali la stampa, il sistema copernicano e altre straordinarie invenzioni dell’ingegno umano, non esitando a ricorrere a una serie impressionante di omicidi.

Alcuni preziosi manoscritti, contenenti rivoluzionarie scoperte e scampati ai roghi delle biblioteche, sono il filo conduttore di questo “giallo culturale”. L’autore ricostruisce con fedeltà storica - seppur in chiave di romanzo - il modo in cui nel corso dei secoli si è tentato di impedire con ogni mezzo il progresso e la divulgazione del sapere.

Adriano Petta ci offre una nuova chiave di lettura del conflitto tra scienza e religione, individuando nell’invenzione della stampa il momento fondamentale nella conquista della libertà di espressione.

ADRIANO PETTA nato a Carpinone nel 1945, è studioso di storia della scienza e di storia medioevale. I suoi romanzi storici Eresia pura (2001) e Roghi fatui, Assiotea (2010) e Ipazia, vita e sogni di una scienziata del IV secolo (La Lepre 2009) sono tutti dedicati a figure storiche che si sono battute per la libertà di pensiero e approfondiscono la tematica del conflitto tra ragione e religione. Adriano Petta per La Lepre Edizioni ha pubblicato anche il libro IPAZIA. Vedi www.lapreedizioni.com  

Una domanda all’autore.

D) Adriano Petta, il presente volume, già pubblicato anni fa da Stampa Alternativa, è uscito in una nuova edizione aggiornata, nel febbraio 2011 ad opera della casa editrice La Lepre. Vorrebbe spiegarci cosa rappresenta per lei questo libro, e cosa intende offrire ai lettori. E’ un volume aperto al dialogo, oppure c'è una totale chiusura verso la Chiesa Cattolica che è spesso chiamata in causa lungo la trama del racconto?

 

R) Innanzitutto voglio offrire ai miei lettori solamente un po' di storia, di quella che in Italia non ci hanno mai insegnato a scuola. Per questo e altri miei libri, come Ipazia, ho dovuto fare quasi tutte le mie ricerche in lingua francese e inglese, perché i nostri libri di storia non ci hanno mai raccontato - ad esempio - la vita di questa grande scienziata. Io non sono che un libero studioso di storia della scienza, e racconto quello che hanno dovuto affrontare e subire i grandi scienziati del passato per poter studiare e diffondere la Conoscenza. La Chiesa cattolica è stata l'organizzazione che più di ogni altra ha lottato alla morte per frenare il cammino e soprattutto la diffusione del sapere, che poteva essere (ed è stato) il primo strumento di libertà dell'uomo. Ma in "Roghi fatui" il mio eroe è il Cardinale Nicola da Cusa, il padre della santa arte della stampa. La mia trilogia storica non ha nulla a che vedere con nostro Signore Gesù Cristo. I miei libri non offendono mai la fede cristiana.

 

LA BARACCA DEGLI ANGELI - ROBERTO GATTI - ED. MURSIA - EURO 18,00

PREFAZIONE DEL CARDINALE STANISLAO DZIWISZ

PRESENTAZIONE DI MARIO DRAGHI

 

QUESTO LIBRO SOSTIENE I BAMBINI DELLA FONDAZIONE DON CARLO GNOCCHI ONLUS  WWW.MURSIA.COM

 

Come mettere le proprie competenze al servizio di una realtà votata all’assistenza di bimbi ammalati e di famiglie spesso provate dal dolore? A questa domanda prova a dare risposte un manager milanese di un grande gruppo bancario. Nasce così La baracca degli angeli di Roberto Gatti, un racconto in prima persona dell’impegno di un uomo della finanza nel mondo del volontariato al fianco della Fondazione Don Gnocchi.

Sotto la grisaglia di uomo d’affari, Gatti raccoglie tutte le emozioni di chi ha scelto di mettere le proprie competenze al servizio degli altri e allo stesso tempo ha aperto il proprio cuore alla compassione e, a volte, al senso d’impotenza di fronte a quello che proprio il Beato Don Carlo Gnocchi definì il dolore innocente, il dolore dei bambini che “nella misteriosa economia del cristianesimo è permesso perché siano manifeste le opere di Dio e quelle degli uomini”.

Il cuore del libro è l’esperienza per e nella Fondazione don Gnocchi, la “baracca” come la chiamava don Carlo, esempio d’ imprenditoria della carità che mette al centro l’uomo e la dignità della persona. Nelle pagine de La baracca degli angeli si intrecciano storie di bambini,  con il loro vissuto di dolore e di speranza, un cammino sentito di fede ma anche le riflessioni di un professionista abituato a muoversi tra aziende, conti economici, bilanci e progetti. Il risultato è un intenso percorso umano e professionale in cui etica, impegno sociale e finanza riescono a formare un circolo virtuoso.

Un obiettivo indicato anche da Mario Draghi nella presentazione al libro. Il Governatore della Banca d’Italia e prossimo presidente della Bce scrive tra l’altro: «E’ nel rapporto di reciproca dipendenza e solidarietà che si crea tra il giovane malato e chi gli presta le cure che si manifesta in maniera più netta la visione riduttiva del benessere umano generalmente adottata nella disciplina economica. Gli economisti spesso dimenticano che la società non è composta esclusivamente di individui indipendenti, tutti gli essere umani all’inizio e alla fine della loro vita vivono in condizioni di dipendenza in cui necessitano dell’aiuto degli altri; per molti questa condizione dura per periodi più lunghi. Non si può discutere di benessere degli individui in una società giusta senza considerare queste differenze».

Draghi prosegue analizzando il sostegno dell’industria bancaria e finanziaria alle attività di solidarietà e  dice: «Sono cresciute le esigenze finanziarie del “terzo settore”soddisfatte in ampia misura con il ricorso al credito bancario. Gli intermediari hanno risposto riconoscendo il carattere specifico delle imprese non profit, ricercando metodi adeguati di valutazione del merito. Il contributo del sistema bancario e finanziario italiano può e deve essere migliorato per far sì che assieme alle risorse vengano messe a disposizione anche idee, competenze e capacità gestionali».

ROBERTO GATTI si è laureato in Economia Aziendale all’Università Bocconi di Milano e si è specializzato in Corporate Governance all’IMD di Losanna. È dirigente nell’area Investment Banking di un primario gruppo bancario europeo per il quale ha ricoperto e ricopre diversi incarichi direttivi, fra cui la responsabilità dell’attività di M&A, la funzione di direttore generale della società di Private Equity del gruppo e il ruolo di consigliere di amministrazione di società industriali e finanziarie. È professore di Private Equity e Corporate Governance all’UniversitàCattolica di Milano ed è autore di numerose pubblicazioni specialistiche apparse sui maggiori quotidiani italiani. È consigliere di amministrazione della Fondazione Don Carlo Gnocchi.

 

LA MARCHESA DEI POVERI - Giulia Colbert di Barolo (1786-1864) - ANGELO MONTONATI – ED. SAN PAOLO EURO 15,00  WWW.EDIZIONISANPAOLO.IT

 

 

Giulia Colbert è una delle figure femminili più straordinarie dell’Ottocento, una donna in anticipo sui tempi per molti aspetti. Di grande sensibilità umana e religiosa, nell’impossibilità di diventare madre, si dedicò con il marito, marchese Carlo Falletti Barolo di Torino, ai bambini poveri, alle ragazze a rischio e a molte opere di promozione sociale. Oltre ad aprire case ci accoglienza un po’ dovunque, si dedicano alla riforma delle carceri femminili del Piemonte. Riforma che avrà risonanza non solo in Italia ma anche all’estero, promuovendo una nuova coscienza sociale per il recupero dei condannati.

ANGELO MONTONATI è giornalista professionista e ha lavorato per diversi quotidiani prima di approdare alla Radio Vaticana dove contribuì al lancio del Radio Giornale. Nel 1969 ha iniziato il servizio a Famiglia Cristiana come inviato e vaticanista. Dal 1981 è stato caporedattore del mensile Jesus. Si è dedicato a numerose biografie di Santi e Beati. Attualmente collabora ai Periodici Paolini: Famiglia Cristiana, Jesus, Club 3 e Cooperatore Paolino, al mensile Rogate, al settimanale torinese Il nostro tempo, a Radio Vaticana, mentre per Radio Maria cura ogni prima domenica del mese un programma su Santi e Beati dal titolo I Sempre giovani.

 

ALLE SORGENTI DELLA VITA il cammino della famiglia cristiana - DIONIGI TETTAMANZI – ED. SAN PAOLO – EURO 18,00 WWW.EDIZIONISANPAOLO.IT

 

Il Cardinale Tettamanzi affronta il tema della famiglia con discrezione, umiltà e rispetto per capirne le difficoltà, i bisogni, ma anche le indubbie potenzialità. Una riflessione serena e ricca di umanità, rivolta anche a quei nuclei familiari, le coppie di fatto, le coppie che hanno dovuto confrontarsi con la separazione o il divorzio, verso le quali in passato la Chiesa sapeva pronunciare solo parole di rimprovero o di condanna, e nei cui confronti Tettamanzi ha mostrato da sempre una particolare attenzione. Il volume affronta tra gli altri, anche i temi dell’educazione, il rapporto genitori e figli, l’alleanza educativa tra Scuola e Famiglia, il lavoro e la qualità della vita, i problemi della salute e le famiglie dei migranti.

DIONIGI TETTAMANZI è stato arcivescovo di Milano dal 2002 al 2011. Sacerdote dal 1957 è stato docente di Teologia Morale e Sacramentaria, Rettore del Pontificio Seminario Lombardo in Roma Arcivescovo di Ancona-Osimo, Segretario e vice-presidente della Conferenza Episcopale Italiana e dal 1995 al 2002 Arcivescovo di Genova. Per le Edizioni San Paolo ha pubblicato i seguenti volumi: Farsi prossimo in San Carlo, Non c’è futuro senza solidarietà, Paolo VI, Scelte evangeliche del prete oggi.

 

FRA I VOLUMI PRESENTI NEL CATALOGO SAN PAOLO 2011 SI SEGNALANO

 

CANTO FRANCESCANO A MARIA sette celebri voci francescane cantano il loro inno di lode alla Madonna – BERNARDO COMMODI – ED. SAN PAOLO – EURO 13,00 WWW.EDIZIONISANPAOLO.IT

 

EDUCARE ATTRAVERSO IL CORPO – LUCIA CHEMELLO – ED. SAN PAOLO – EURO 18,00WWW.EDIZIONISANPAOLO.IT

 

DIZIONARIO DEL NUOVO TESTAMENTO concetti fondamentali, parole chiave, termini ed espressioni caratteristiche – GIULIANO VIGINI – ED. SAN PAOLO – EURO 44,00WWW.EDIZIONISANPAOLO.IT

 

 

 

LE DIECI PAROLE - IL DECALOGO HA I VERBI AL FUTURO – HAIM BAHARIER – ED. SAN PAOLO – EURO 10,00

 

Il Decalogo, le Dieci Parole, Parlare di Dieci Comandamenti mi pare ingiusto. Non ci sono imperativi, nessuna imposizione, i verbi sono al futuro. Quei verbi portano promesse che poi si realizzano, dice l’autore di questo libro, Haim Baharier. Leggere il Decalogo come una lapide di imperativi è l’errore di chi teme di cimentarsi con il pensiero, di chi col pensiero ha paura di scottarsi.

Il rabbino più noto d’Italia, il Pensatore che fa volare, molte sono le definizioni per HAIM BAHARIER, che da anni riempie i Teatri d’Italia con i suoi spettacoli a metà strada tra lezioni e dialoghi filosofici. In questo nuovo libro Baharier offre un’originale rilettura del Deaclogo, operata con la verve , con l’arguzia e la profondità della grande tradizione ebraica. Parlare di Dieci Comandamenti mi pare ingiusto, afferma l’autore, che continua: non ci sono imperativi, nessuna imposizione. Quei verbi portano promesse che poi si realizzano. Quindi, va rilevato, “non imperativi” ma “promesse” ecco la tesi di base su cui Baharier sviluppa un percorso di lettura personale che ribalta la concessione classica dei Dieci Comandamenti, le tavole della Legge date da Dio a Mosè, e ci propone una rilettura di queste come non lo abbiamo mai sentito prima.

WWW.EDIZIONISANPAOLO.IT 

 

 

 

MEGLIO MAI CHE TARDI - LUCA GOLDONI - ED. MURSIA - EURO 15,00  WWW.MURSIA.COM

 

 

Può un giornalista scrivere un​autobiografia? ​Al massimo una ​quasi​ biografia​ è la risposta di Luca Goldoni, veterano del giornalismo italiano, ​perché nel nostro mestiere si narrano anche le vite degli altri, così inevitabilmente nei ricordi si intreccia il privato con la storia collettiva​. Una ​quasi​ autobiografia è dunque ​Meglio mai che tardi​ in libreria in questi giorni in cui Goldoni racconta di sé, dei suoi ricordi, ma soprattutto di un Paese, il nostro, perennemente sull’​orlo di una crisi di nervi. Meglio mai che tardi è un titolo che prende vita dai luoghi comuni che ciascuno di noi si trova a ripetere o ad ascoltare amplificati come un mantra dai media. ​Meglio tardi che mai​ è una frase ricorrente che pare adattarsi a tutto: alle carceri incivili, alla legge anticorruzione ibernata in un cassetto, al MOSE di Venezia, al processo lungo e a tutte le altre voci di una lista infinita di cose che si dovrebbero cambiare e non cambiano mai. Ed ecco allora il provocatorio appello di Goldoni: ​se il meglio tardi provoca nei cittadini assuefazione, resa, anestesia totale, il ​meglio mai​ significa: preferisco incazzarmi subito che aspettare un tardi che svanisce all’​orizzonte.​ Sull’​onda dei ricordi Goldoni passa in rassegna decenni di storia italiana, dalla caduta del fascismo alla seconda Repubblica, e una galleria di personaggi, famosi e non, incontrati nel corso della sua carriera: dai grandi artisti come Luciano Pavarotti, ai mostri sacri del giornalismo come Oriana Fallaci o Indro Montanelli, incontrato per la prima volta a 19 anni durante il Giro d​Italia, vent​anni dopo si ritrovano al Corriere e Indro lo rimbrotta per la sua scrittura troppo spiritosa: ​Scoprirai sulla tua pelle che gli italiani sono un popolo di barzellettieri ma sono tetragoni all​’ironia​. Maestro del genere ​intervista immaginaria​ con il quale ha fornito fulminanti ritratti di potenti, Goldoni riuscì anche a essere smentito da Bettino Craxi che appunto non gradì l​intervista (mai rilasciata) in cui si dava conto del congresso del 1980. Il decano del giornalismo italiano ripercorre attraverso la sua vita anche i tic di un popolo che osserva da decenni ora con bonaria comprensione, ora con sferzante sarcasmo e così l​autobiografia diventa il ritratto di tutti noi, dei nostri difetti e delle nostre virtù.

 

LUCA GOLDONI nato a Parma, scrive per «il Resto del Carlino», «Il Giorno» e «La Nazione». La sua pagina di costume esce su QN la domenica con il titolo «Il caffè di Goldoni». Pubblica, inoltre, elzeviri sulla terza pagina del «Corriere della Sera». Dalle analisi sul nostro Paese nascono i suoi libri di maggior successo, da Cioè a Lei mi insegna, da Non ho parole a Vai tranquillo, ai più recenti Appena ieri e Chiaro e tondo. Con Mursia ha pubblicato Asino che sei (2010)   WWW.MURSIA.COM

 

 

 

FACCIA DA CLOWN manuale per aspiranti pagliacci – CLAUDIO MADIA – ED. SALANI SERIE I MANUALI DEL LABORATORIO SALANI- WWW.SALANI.IT

Siete spavaldi e amate le luci della ribalta? O siete timidi e goffi, e inciampate a ogni passo? In entrambi i casi siete clown nati e questo manuale fa per voi. Non temete, tutti potete diventare pagliacci provetti, basta solo scegliere il personaggio che vi assomiglia di più. Sarete un Augusto, un Bianco o un clown metropolitano? Poco importa, l’essenziale è divertirsi e far ridere, perché le risate sono la più potente medicina e il collante che ci fa stare bene con gli altri. In questo libro scoprirete tanti giochi e attività da fare soli o in compagnia, per diventare giocolieri provetti, prestigiatori stravaganti, equilibristi spiantati, trovare il vostro travestimento, dotarvi di naso rosso e riempire la vostra personale valigia da clown.                             

CLAUDIO MADIA, di professione saltimbanco, equilibrista, giocoliere, acrobata e chi più ne ha più ne metta! Ha fondato con la moglie Camilla il Piccolo Circo Porta Volta di Milano. È stato per anni conduttore dell’Albero Azzurro e ha collaborato a tante altre trasmissioni televisive. La sua missione nella vita è portare allegria, cosa che finora gli è riuscita davvero molto bene. “Ho visto lavorare Claudio Madia dal vivo, con i ragazzi, spesso bambini e vi posso garantire che tutto quello che troverete in questo libro non è frutto di teoria libresca, ma nasce da anni di pratica sulle assi di un palcoscenico”.

“E ora, se volete iniziare a leggere questo libro, preparatevi a sporcarvi le mani”. Claudio Bisio

 

 

 

L’INVENZIONE DEL BALCONE – GENE GNOCCHI – ED. BOMPIANI – EURO 16,90 –WWW.BOMPIANI.EU

 

Il libro narra la storia di Camillo Valbusa, un venditore di siero antivipera che fa dimostrazioni su di essa con una vipera asprix di nome Carlotta e un nipote di nome Mirko, sei anni, che si fa morsicare dall’animale e inoculare il siero. Valbusa si accorge da tanti episodi che il mondo è finito e, in forma di diario, che annota scrupolosamente questi fatti, racconta la storia di questa fine. Ma chi è Camillo Valbusa? E dove racconta questi accadimenti? Un colpo di scena svelerà il mistero, ribaltando la prospettiva iniziale. Niente di particolarmente emozionante, per carità. Quindi, noi arricchiamo titolo e copertina ma siamo nelle vostre abilissime mani di librai. (Gene Gnocchi)

GENE GNOCCHI inizia la sua carriera debuttando allo Zelig di Milano nel 1989. Da allora ha lavorato, tra gli altri, accanto a Zuzzurro e Gaspare, Teo Teocoli, Silvio Orlando, Giorgio Faletti, Tullio Solenghi, in trasmissioni di successo come Emilio, Scherzi a parte, Mai dire gol, Striscia la notizia, Quelli che il calcio... Al cinema recita nel film Metalmeccanico e parrucchiera... per la regia di Lina Wertmüller e dal 1995 è protagonista di diverse pièce, con successo in tutti i teatri italiani. Tra le sue pubblicazioni, Una lieve imprecisione (Garzanti, Milano 1991), Stati di famiglia(Einaudi, Torino 1993), Il signor Leprotti è sensibile (Einaudi, Torino 1995), Sistemazione provvisoria del buio (Einaudi, Torino 2001) e Sai che la Ventura dal vivo è quasi il doppio?(Einaudi, Torino 2002). Per Bompiani è uscito nel 1997 Il Mondo senza un filo di grasso, dal 2004 nei Tascabili Bompiani.

 

 

 

IL LIBRO OSCURO – GORDON DAHLQUIST – ED. BOMPIANI – EURO 22,00 traduzione C. Prosperi   WWW.BOMPIANI.EU

 

 

Il furto più crudele è quello dei nostri sogni. E l’assassino più violento è colui che cerca di ucciderci per impossessarsi della nostra mente. Contro questo Male, lottano i nostri eroi. Ritornano i personaggi di La setta dei libri blu, per una nuova avventura in cui in gioco è di nuovo il controllo della nostra mente. Miss Temple, il cardinale Chang e il dottor Svenson lottano questa volta contro una misteriosa organizzazione, la “Cabala”, che mira al controllo del mondo attraverso la soppressione di ogni forma di libero pensiero, privando gli esseri umani dell’identità attraverso la sottrazione dei loro ricordi e l’innesto di memorie fittizie. A Miss Temple, Chang e Svenson si oppone la spietata Contessa di Lacquer-Sforza, legata all’organizzazione Cabala, crudele assassina e sperimentatrice di orrori. Per uccidere, la Contessa ricorre ancora una volta ai misteriosi libri di vetro azzurro che hanno già mietuto vittime nella Setta dei libri blu. La lotta contro questa regina del Male non è né rapida né semplice né indolore: nella spietata battaglia finale ci sarà una vittima innocente, ma Miss Temple, seppur mezza morta, è pronta a continuare la guerra: riparte infatti nell’ultima pagina, determinata a sacrificare la propria vita in nome della vendetta.                                                       

GORDON DAHLQUIST nato a Seattle nel 1961, è uno sceneggiatore e scrittore statunitense. Dal 1988 vive a New York, dove si è laureato alla Columbia University’s School of the Arts. È membro del New York Theatre Workshop Usual Suspect. Questo è il suo secondo romanzo, dopo La setta dei libri blu.

 

 

CAMBIARE LA FABBRICA PER CAMBIARE IL MONDO la FIAT, il Sindacato, la Sinistra assente – M. LANDINI – G. FELIZIANI – ED. BOMPIANI – EURO 15,00 

WWW.BOMPIANI.EU

 

 

“Essere di sinistra per me significa guardare il mondo da un certo punto di vista: la giustizia sociale, il lavoro, la solidarietà, l’eguaglianza. Occorre ripartire da qui perché noi per anni siamo andati a rimorchio di una certezza: che alla globalizzazione non ci fosse rimedio e che il problema fosse al massimo quello di limitare i danni. Ecco, io credo che sia giunto il momento di uscire da questa logica e da questo ragionamento.” Maurizio Landini  Un libro in “presa diretta”, che ripercorre cosa è accaduto prima e cosa ha significato poi il 14 gennaio 2011, giorno del referendum di Mirafiori che ha sancito la vittoria della Fiat di Marchionne e la “sconfitta di grande successo” della Fiom di Maurizio Landini. 5431 operai e impiegati sui quali si è appuntata l’attenzione di tutto il paese. Operai e impiegati di uno stabilimento speciale – quello di Mirafiori – di una fabbrica speciale: la Fiat. “Ciò che va bene per la Fiat, va bene per l’Italia”, si diceva una volta. Ma non è detto che sia ancora così. Questo è il racconto dei ventidue giorni più lunghi del sindacato, quelli che vanno dall’accordo separato di fine dicembre su Mirafiori fino al 14 gennaio, giorno del referendum. Ma è anche molto di più: è la presa di posizione di un sindacalista contro l’assenza della sinistra, del Governo, a favore del diritto al lavoro.

 

MAURIZIO LANDINI dal giugno 2010 è segretario generale della FIOM.

Nato a Castelnovo Ne’ Monti (Reggio Emilia) nel 1961, dopo aver lavorato come apprendista saldatore in un’azienda cooperativa attiva nel settore metalmeccanico, è stato prima funzionario, e poi Segretario generale della FIOM di Reggio Emilia. Successivamente, è stato Segretario generale della FIOM dell’Emilia-Romagna e, quindi, di quella di Bologna, e in seguito eletto nel 2005 alla Segreteria nazionale del sindacato dei metalmeccanici Cgil.

 

GIANCARLO FELIZIANI è caporedattore e inviato del TgLA7.                                                  

Tra le sue pubblicazioni, Colpirne uno, educarne cento. La storia di Guido Rossa (2004) e Lo Schiocco. Storie dalla strage di Brescia (2006). Vive e lavora a Roma.

 

WWW.BOMPIANI.EU

 

 

 

IL MANUALE DELL’UOMO ELEGANTE – THOMAS FINK – EURO 13,90 ED. BOMPIANIWWW.BOMPIANI.EU

 

Essere un uomo elegante al giorno d’oggi non è facile: bisogna districarsi tra mille insidie, come annodare un papillon, preparare un cocktail, e ancora evitare gaffe con l’altro sesso, ottenere una rasatura perfetta ogni mattina, padroneggiare il linguaggio degli sms. In tempi in cui la divisione dei ruoli tra i sessi è messa in discussione, un libro per riaffermare l’importanza della virilità come stile di vita, un vademecum per l’uomo di oggi che raccoglie e svela le abitudini non dette, le informazioni essenziali, e accompagna il lettore attraverso i rituali, spesso incomprensibili, della vita con i pantaloni.

THOMAS FINK è cresciuto a New York e in Texas, ora vive a Londra. È un fisico del Curie Institute e del London Institute for Mathematical Studies.

 

 

Tag(s) : #libri - autori - editori
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: