Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

I libri consigliati da Ali Dahmash per la lettura sul Medio Oriente. 

 

Aggiornamenti.  blog.undermyolivetree.com

 

palestine-carter-201x300.jpg     

 

 

 

 

Questi libri sono venduti in quasi tutte le librerie.

Negli Stati Uniti : Barnes & Noble , Borders

In Giordania : http://www.booksatcafe.com , La Libreria del Buono, Centro Bookshop Giordania Bookshop, lettori a Cozmo

In Egitto : AUC Bookshop, Al Diwan

Online : Amazon

 

 

 

A History of Modern Palestine: One Land, Two Peoples (da Ilan Pappe)

A Peace to End All Peace (da David Fromkin)

Un Muro in Palestina (di Rene Bäckmann)

Voci arabe parlare al cuore americani (da Samar Jarrah)

Prima di loro Diaspora (da Walid Khalidi)

Bibbia e Sword (da Barbra Tuchman)

 

 

 

Guilty (da Jack Shaheen)

In Search of Fatima (da Ghada Karmi)

Apartheid israeliano (da Ben White)

Gerusalemme attraverso gli occhi di mio padre (di Kevork Kahvvedjian)

Sposata a un altro uomo (di Ghada Karmi)

Mattina a Jenin (Susan Abulhawa)

 

 

 

Mio padre era un combattente della libertà (da Ramzi Baroud)

Once Upon a Paese: A Life palestinese (di Sari Nusseibeh e Anthony David)

One Country: A Bold-proposta per porre fine al conflitto israelo-palestinese Impasse (da Ali Abunimah)

Palestina in Pieces (da da Kathleen Christison e Bill Christison)

Palestina Inside Out: An Everyday Occupazione (da Saree Makdisi)

Il conflitto Israele Palestina (di Gregory Harms)

 

 

Palestine: Peace Not Apartheid (da Jimmy Carter)

Reel Bad arabi (da Jack Shaheen)

Sharon e mia suocera (da Suad Amiry)

La pulizia etnica della Palestina (da Ilan Pappe)

L'invenzione del popolo ebraico (da Shlomo Sand)

La soluzione Uno Stato (di Virginia Tilley)

 

 

Testimone in Palestina (da Anna Baltzer)

Sionismo: il vero nemico degli ebrei (di Alan Hart)

Passeggiate palestinesi (da Raja Shehadeh)

 

 

 

blog.undermyolivetree.com


 

 

SITIWEB communication website translations


 

 

TU LO FAI GIRAR  la verità sugli uomini a vantaggio delle donne - STEVE HARVEY - ED. PIEMME - EURO 14,50

www.steveharvey.com 

www.edizpiemme.it

 

 

 

 

 

È tornato Steve Harvey: dopo Sono tutti uguali, incredibile successo oggi sui grandi schermi Usa con un film dal titolo Think like a man, Harvey ? autore da oltre 3 milioni di copie -, ci rimette in riga con Tu lo fai girar. La verità sugli uomini, a vantaggio delle donne. Stanche di rapporti noiosi, sbagliati o così-così? Con i consigli di un autentico esperto, cambiate strategia, riscoprite il potere che è in voi, e andate a testa alta verso l'amore che meritate.

Tu lo fai girar, nelle librerie americane con il titolo originale Straight Talk, No Chaser per i tipi di Amistad, è già un bestseller da oltre 2 milioni di copie, in corso di traduzione in 29 paesi, Top Ten in classifica su New York Times e Wall Street Journal. Adorato dai lettori con 4 stelle su GoodReads, è osannato dalla stampa con recensioni su New York Post, USA Today, Publishers Weekly, Examiner, Essence.  

 

 

Se lui ti dice Non sei tu, sono io o Non sono abbastanza per te?, potrebbe essere sincero. Se un'amicizia con un uomo si trasforma in amore, è perché lui ci pensava sin dal primo momento. Un marito diventa noioso se voi glielo consentite. Per un uomo coccole è solo un modo diverso di dire sesso. Se lui accetta troppo volentieri una relazione a lunga distanza, sarà perché qualcun'altra lo consola mentre voi non ci siete. Non usa mezzi termini né infiocchettature Steve Harvey per spiegare alle donne cosa passa per la testa degli uomini, e per spingerle a riscoprire l'abilità tutta femminile di farli girare come vogliono, mantenendo nervi saldi, dignità e autostima.

Perché è vero che gli uomini sono come sono e non è possibile cambiarli?, ma proprio capendo come sono fatti si possono trovare le chiavi per aprire i loro lucchetti emotivi. A proprio vantaggio.

 

 

Steve Harvey

Intrattenitore e conduttore radiofonico, è nato nel 1957 a Welch, in Virginia. Il suo primo libro, Sono tutti uguali, pubblicato da Piemme, è stato uno straordinario successo da cui sarà presto tratto un film di prossima uscita.

 

 

SITI WEB - COMUNICAZIONE

 

 

 

NOVITA' Iperborea

 

In occasione dell’uscita del suo ultimo romanzo, La tristezza degli angeli , lo scrittore islandese Jón Kalman Stefánsson sarà in Italia dal 5 al 10 settembre. Il 5 e il 6 settembre sarà ospite del Festivaletteratura di Mantova per due incontri: alle 18.15 di mercoledì 5 interverrà nella sezione “Vocabolario Europeo” per un incontro sulla parola “Neve”,  giovedì alle 11.15 sarà invece intervistato da Bruno Gambarotta. Venerdì 7 settembre sarà poi a Genova per la rassegna “Dialoghi sulla Rappresentazione” e sabato 8 settembre al Festival Parolario di Como.

 

 

 

 

 

Jón Kalman Stefánsson, LA TRISTEZZA DEGLI ANGELI

 

in uscita il 5 settembre

 

trad. dall'islandese di Silvia Cosimini - pp.384 - 17.50 euro

 

 

“Stefánsson è degno di stare sullo stesso scaffale del Grande Meaulnes, del Maestro e Margherita, dei Quarantanove racconti. Non credo di esagerare” – EMANUELE TREVI

 

LIBRI - È la tristezza degli angeli la neve che cade dal cielo illuminando i lunghi inverni d’Islanda, e che le raffiche dei venti trasformano in accecanti bufere. Il postino Jens è scampato a stento alla loro furia quando arriva alla locanda del Villaggio, soccorso dal ragazzo orfano che vi è stato accolto dopo aver perso in mare il suo unico amico. Insieme dovranno affrontare un’ultima, estrema missione per portare la posta nei lontani fiordi del nord, dove il mondo cede il passo all’“inverno eterno”. Un uomo e un ragazzo. Un ruvido “gigante muto” con un amore segreto e troppi pesi sul cuore che cerca espiazione tra i ghiacci della brughiera. Un giovane alle prese con la ricerca di sé e la scoperta dei sensi che crede nel potere salvifico delle parole, nella profondità del sentire “che rende l’umanità sublime e maledetta”. Due solitudini inconciliabili si uniscono in una marcia epica attraverso l’inferno bianco, una battaglia fraterna per difendere la dignità dell’uomo contro il crudele mistero della natura. Con la voce incantata della poesia e la grazia di una visione che fonde cuore e pensiero, Jón Kalman Stefánsson racconta un viaggio verso l’origine stessa dell’esistenza, dove la più dura costrizione convive con la più vertiginosa libertà, e alla dolce tentazione della morte si oppone quella luce che portiamo dentro e che nonostante tutto rifiuta di cedere alle tenebre, perché “siamo a bordo di una barca che fa acqua”, ma “con le nostre reti marce vogliamo pescare le stelle”.

 

L'AUTORE - Jón Kalman Stefánsson è nato a Reykjavík nel 1963, e ha lavorato come professore, giornalista e bibliotecario prima di dedicarsi interamente alla carriera di scrittore. È oggi considerato il nuovo talento della letteratura islandese. Passato alla narrativa dopo tre raccolte poetiche,i suoi romanzi sono stati nominati nel 2001, 2004 e 2007 al Premio del Consiglio Nordico per la Letteratura e saranno pubblicato da importanti case editrici europee. Il suo Luci d’estate ed è subito notte, in corso di pubblicazione per Iperborea,ha ricevuto nel 2005 il Premio Islandese per la Letteratura. Il dolore degli angeli è il secondo volume della trilogia a cui Paradiso e inferno ha dato inizio (pubblicato da Iperborea nel 2010, finalista al Premio Bottari Lattes Grinzane 2012 e al Premio Gregor von Rezzori 2012 ).

 

Gli appuntamenti dell’autore:

 

MANTOVA – Festivaletteratura

 

Mercoledì 5 settembre alle ore 18.15

Chiesa di Santa Maria della Vittoria

Vocabolario europeo – la parola (d)agli autori

Jón Kalman Stefánsson – dall’islandese, snjór s.m.: neve

Coordina Giuseppe Antonelli

 

Giovedì 6 settembre alle ore 11.15

Casa del Mantegna

Jón Kalman Stefánsson intervistato da Bruno Gambarotta

 

GENOVA – Dialoghi sulla Rappresentazione

 

Venerdì 7 settembre alle ore 21 

Palazzo Tursi, via Garibaldi 9

“Il potere della parola”, manifestazione letteraria ideata e prodotta da Teatri Possibili in collaborazione con il Comune di Genova

Insieme all’autore interviene Sergio Maifredi

 

COMO – Festival Parolario

 

Sabato 8 settembre alle ore 19.30

Villa Olmo, via Simone Cantoni 1

Presentazione di La tristezza degli angeli

 

 

 

 

      WEBMASTER SITI WEB

 

 

 

 

 

Ticket To Ride, Fly, Drive, or Sail

 

A lush visual history of the Golden Age of travel

 

 

 

The metabolism of travel changed more in the last century than in the previous half-millennium, a stunning transformation triggered by American wanderlust. In less than 100 years, the U.S. mass-produced the automobile, invented airplanes, freeways, motels, even sent men to the Moon. Travel grew ever faster and easier. Above all, it was democratized — enabling millions to explore distant lands, or see their own more fully.

 

At the start of the 20th century, only people with extensive disposable income and time to spare could enjoy leisure travel. By the century’s end, journeys took hours, not days, and mass travel — especially brief air flights — became the new normal. Along the way, ocean liners broke speed records, aerodynamic trains roared down the tracks, stylish boat-plane clippers evolved into jumbo jets. Whether aboard high-speed locomotives or ships, jets, or Greyhound buses — or when setting their own schedule on the open road — Americans demanded ever greater mobility and wider choice of destinations, thereby setting a new standard for travelers around the world.

 

A lush visual history of international wanderlust, this volume features 400-plus print advertisements from the Jim Heimann Collection, that illustrate the evolution of leisure travel — from domestic to global, exclusive to popular, exotic to standardized — and its crucial role in American culture.

 

 

With an introduction, decade-by-decade analysis, and  an illustrated timeline, this book highlights the cultural and technological developments that transformed travel from a cushioned journey of the elite into a convenient leisure pastime for the general public. 20th Century Travel takes us on a grand tour of travel’s golden age.

 

 

The editor: Cultural anthropologist and graphic design historian Jim Heimann is Executive Editor for TASCHEN America, and author of numerous books on architecture, pop culture, and the history of the West Coast, Los Angeles, and Hollywood. His unrivaled private collection of ephemera has been featured in museum exhibitions around the world and dozens of books.

 

 

 

The author:

Allison Silver is a writer and editor based in New York City. A former contributing editor to Culture & Travel magazine, she was editor of The Los Angeles Times Sunday "Opinion" section, an editor of The New York Times "Week in Review," and a founding editor of The Washington Independent.

 

 

 

 

page_ju_travel_20th_century_photo_110704

 

 

 

page_ju_travel_20th_century_01_100329142

 

 

 

 

page_ju_travel_20th_century_03_100329142

 

 

page_ju_travel_20th_century_08_100329142

 

 

page_ju_travel_20th_century_10_100329142

 

 

 

http://www.taschen.com/pages/en/catalogue/lifestyle/all/04964/facts.20th_century_travel_100_years_of_globe_trotting_ads.htm

 

 

 

 

 

 

 

 

Gershom Scholem

Il Nome di Dio e la teoria cabbalistica del linguaggio

 

 

a90e241a9fdc749d2f7f3daefb8d65c2_w190_h_

 

Traduzione di Adriano Fabris

Piccola Biblioteca Adelphi

 

 

Ebraismo e letteratura ebraica

 

 

Per tutte le concezioni mistiche del linguaggio, dalle metafisiche orientali a Jacob Böhme fino al giovane Benjamin, l’essenza del linguaggio coincide con l’essenza stessa del mondo. Ma il primato della parola come luogo sacro prende un rilievo speciale nella tradizione ebraica: e la meditazione sul Nome, anzi sui Nomi di Dio, sul loro fondo impronunciabile e le loro infinite possibilità combinatorie, assume qui i caratteri di una passione assoluta, di cui si è alimentato per secoli il pensiero della Qabbalah. Illuminando via via magistralmente alcuni dei suoi snodi e delle sue figure maggiori – dalle pagine oscure e pregnanti del Sefer Yesirah a Isacco il Cieco, a Giqatilla e ad Abulafia –, Gershom Scholem mostra come la mistica ebraica sia tornata instancabilmente sul tema del Nome e del suo rapporto con la rivelazione. Per la Qabbalah, l’essenza divina si manifesta attraverso dieci emanazioni, congiunte nell’albero delle sefirot. E le ventidue lettere dell’alfabeto sono uno sviluppo delle stesse sefirot. Perciò il lavoro sul linguaggio diventa il compito principale del mistico e del teosofo. L’albero dei nomi fa tutt’uno con l’albero delle cose, dove i nomi e le cose sono simili a «fiamme tremolanti» divampate da una sola radice. All’origine di ogni forma linguistica vi è però, appunto, il Nome di Dio, le cui infinite varianti formano l’oggetto, secondo Abulafia, della vera scienza profetica: una vertiginosa ars combinatoria capace di ricondurre le lingue profane all’unica lingua santa originaria. Insieme a Il Nome di Dio e la teoria cabbalistica del linguaggio, che risale al 1970, presentiamo qui il breve scritto teorico Dieci tesi astoriche sulla «Qabbalah», apparso per la prima volta nel 1938.

 

 

 

 

 

 

 

IL LIBRO

Corpo presente – Gëzim Hajdari – Collana: Nuove Lune 58 

Categoria: letteratura albanese/poesia – Pagine: 144 – € 15,00

 

 

 

Corpo presente

 

 

 

 

WWW.BESAEDITRICE.IT

 

Corpo presente è stato il primo libro translingue nel percorso poetico di Gëzim Hajdari; fu pubblicato nel 1999 a Tirana. Rileggerlo in questa nuova edizione consente di intendere il cammino annunciato allora e praticato fino ad ora dal poeta. Un poeta finalmente del nostro tempo, che opera nel presente, in Europa e viaggiando nel mondo.

Gëzim Hajdari è tra i massimi poeti viventi. Si è laureato in Letteratura Albanese all’Università di Elbasan e in Lettere Moderne a “La Sapienza” di Roma. Dal 1992 vive come esule in Italia. La sua attività letteraria si svolge all’insegna del bilinguismo, in italiano e in albanese. È poeta, narratore, saggista e traduttore. Ha pubblicato: Erbamara, Antologia della pioggia, Ombra di cane, Sassi contro vento, Stigmate, Spine nere, San Pedro Cutud: viaggio negli inferi del tropico, Maldiluna, Poema dell’esilio, Muzungu: diario in nero, Peligòrga. È vincitore di molti premi letterari.

 

 

UNA BIOGRAFIA APPROFONDITA 

(fonte wikipedia)

Gëzim Hajdari (Lushnjë, 25 febbraio 1957) è un poeta, saggista, traduttore e narratore albanese.

Gëzim Hajdari, è nato nel 1957, ad Hajdaraj (Lushnje), Albania, in una famiglia di ex proprietari terrieri, i cui beni sono stati confiscati durante la dittatura comunista di Enver Hoxha. Nel paese natale ha terminato le elementari, mentre ha frequentato le medie, il ginnasio e l’istituto superiore per ragionieri nella città di Lushnje. Si è laureato in Lettere Albanesi all’Università “A. Xhuvani”di Elbasan e in Lettere Moderne a “La Sapienza” di Roma.

In Albania ha svolto vari mestieri lavorando come operaio, guardia di campagna, magazziniere, ragioniere, operaio di bonifica, due anni come militare con gli ex detenuti, insegnante di letteratura alle superiori dopo il crollo del regime comunsita; mentre in Italia ha lavorato come pulitore di stalle, zappatore, manovale, aiuto tipografo. Attualmente vive di conferenze e lezioni presso l’università in Italia e all’estero dove si studia la sua opera.

Nell’inverno del 1991, Hajdari è tra i fondatori del Partito Democratico e del Partito Repubblicano della città di Lushnje, partiti d’opposizione, e viene eletto segretario provinciale per i repubblicani nella suddetta città. Nello stesso anno, insieme ad un suo amico fonda il settimanale di opposizione Ora e Fjalës, nel quale svolge la funzione di vice direttore. Nello stesso tempo scrive sul quotidiano nazionale Republika. Più tardi, nelle lezioni politiche del 1992, si presenta come candidato al parlamento nelle liste del PRA.

Nel corso della sua intensa attività di esponente politico e di giornalista d’opposizione, ha denunciato pubblicamente e ripetutamente i crimini, gli abusi e le speculazioni della vecchia nomenclatura di Hoxha e dei recenti regimi mascherati post-comunisti. Anche per queste ragioni, a seguito di ripetute minacce subite, è stato costretto, nell’aprile del 1992, a fuggire dal proprio paese.

La sua attività letteraria si svolge all’insegna del bilinguismo, in albanese e in italiano. Ha tradotto vari autori. La sua poesia è stata tradotta in diverse lingue. E’ stato invitato a leggere la sua opera in vari paesi del mondo, ma non in Albania. La sua opera, è stata ignorata cinicamente in Albania, dalla mafia politica e culturale di Tirana perché egli non ha mai cantato ai partiti e ai tiranni.

E’ presidente del “Centro Internazionale Eugenio Montale” e cittadino onorario per meriti letterari della città di Frosinone. Considerato tra i maggiori poeti viventi, ha vinto numerosi premi letterari. Dal 1992, vive come esule in Italia.

Opere [modifica]

Ha pubblicato in Albania [modifica]

Antologia e shiut, Naim Frashëri, Tiranë 1990;

Trup i pranishëm / Corpo presente, I edizione “Botimet Dritëro”, Tiranë 1999 (in bilingue, con testo italiano a fronte).

Gjëmë: Genocidi i poezise shqipe, editore “Mësonjëtorja”, Tiranë 2010

Ha pubblicato in Italia in bilingue [modifica]

Ombra di cane/Hije qeni, Dismisuratesti 1993

Sassi controvento/Gurë kundërerës, Laboratorio delle Arti,1995

Antologia della pioggia/ Antologjia e shiut, Fara, 2000

Erbamara/ Barihidhur, Fara, 2001

Stigmate – Vragë, Besa, 2002

Spine Nere/ Gjëmba të zinj, Besa, 2004

Maldiluna-Dhimbjehëne,Besa, 2005

Poema dell’esilio/Poema e mërgimit, Fara, 2005, II edizione Fara 2007

Peligòrga/Peligorga, Besa, 2007

Poesie scelte 1990 – 2007, EdizioniControluce 2008

Poezi të zgjedhura 1990 – 2007 (edizione albanese di Poesie scelte), Besa, 2008

Corpo presente/ Trup i pranishëm, II edizione Besa 2011

Nûr-Eresia e besa/ Nûr-Herezia dhe besa, Edizioni Ensemble 2012

Libri reportage di viaggio [modifica]

San Pedro Cutud. Viaggio nell’inferno del tropico, Fara, 2004

Muzungu, Diario in nero, Besa, 2006

Premi letterari [modifica]

EkseTra (Rimini 1996)

Montale (Roma 1997)

Fratellanza nel mondo (Potenza 1999)

Trieste EtniePoesie (Trieste 2000)

Scritture di Frontiera – Umberto Saba (Trieste 2000)

Dario Bellezza ( Roma 2000)

Grotteria (Reggio Calabria 2000)

Ciociaria (Fiuggi 2003)

Popoli in cammino (Milano 2005)

Multietnicità (Roma 2006)

Piccola Editoria di Qualità (Chiari 2007)

Vittorio Bodini (Minervino Lecce 2011)

Libri sull’opera di Hajdari [modifica]

“Poesia dell’esilio. Saggi su Gëzim Hajdari”, 330 pagine, 16 euro, Cosmo Iannone Editore, 2010, a cura di Andrea Gazzoni.

Ha tradotto in albanese:

Forse la vita è un cavallo che vola, / Ndoshta jeta është një kalë fluturak, Edizioni Empiria 2000.

L’antologia Poesie /Poezi, ( con testo italiano a fronte) di Amedeo di Sora. “Botimet Dritëro”, Tiranë 1999.

L’antologia Eshka dhe guri/ Il muschio e la pietra (con testo italiano a fronte) di Luigi Manzi. Besa 2004.

Ha curato:

Insieme a Imed Mehadheb e Salvatore Mugno l’antologia I canti della vita del poeta tunisino Abū’l-Qāsim Ash-Shābb, Di Girolamo 2008.

Insieme con Amoà Fatuiva ha curato l’antologia Dove le parole non si spezzano (con testo inglese a fronte) del poeta filippino Gémino H. Abad, (di prossima pubblicazione, Edizioni Ensemble 2013).

Libri in uscita 2012:

I canti dei nizam/ Këngët e nizamit (con testo albanese a fronte), Besa Editrice 2012.

 

 

 

 

 

 

CI MERITIAMO TUTTO – DANILO MASOTTI

http://www.newhyronja.it/danilomasotti/libri/ci-meritiamo-tutto

 

copertina.jpg

 

 

 

 

 

“Poi è arrivata la crisi e la Nulla S.p.a® ha chiuso”.

La storia di Mario Zanardi, adultolescente parcheggiato a scaldare la sedia di un ufficio, promette sviluppi postapocalittici. Il fallimento della ditta per cui lavora, infatti, manda all’aria progetti prevedibili e scontate programmazioni. E a Mario viene offerta l’inaspettata opportunità di vedere il mondo da una diversa angolazione.

La vita senza sogni né desideri del giovane impiegato diventa metafora di una generazione che pensa che il benessere sia un lavoro qualsiasi dalle nove alle sei e i weekend estivi trascorsi in fila in autostrada per andare al mare. Solo quando la perdita del lavoro lo costringe a una vita meno preconfezionata, Zanardi capisce che l’esistenza non può ridursi all’attesa di un indeterminato qualcos’altro, ma va vissuta e assaporata attimo per attimo, fino in fondo.

http://www.facebook.com/cimeritiamotuttto

Acquista una copia di CI MERITIAMO TUTTO con dedica dell”autore

CI MERITIAMO TUTTO su AMAZON: Acquista

CI MERITIAMO TUTTO ebook su KINDLE STORE AMAZON: Acquista

 

 

 

 

NOVITAINLIBRERIA.OVER-BLOG.IT

webmaster siti traduzioni comunicazione

 

 

 

 

Eshkol Nevo - Neuland - Ed. Neri Pozza - Euro 17,00

 

 

L'autore israeliano racconta il suo nuovo romanzo Neuland

 

 

 

Immagine 1

 

 


 

 

Eshkol Nevo

 

domenica 9 settembre - ore 14:45

 

Guardare Israele da lontano

 

Casa del Mantegna

 

con Susanna Nirenstein

 

 

 

L'opera Dai giorni del corso come osservatore nell’esercito di Israele, gli occhi di Dori sono sempre in cerca di minacce potenziali: cecchini sui tetti, movimenti sospetti fra i vicoli, una tenda spostata, uno scintillio che rivela che qualcuno ti sta osservando col binocolo. Un’attività inutile, ma cosí radicata che il timore di pericoli alberga ormai stabilmente nella sua mente. Roni, ad esempio, è la prima donna alla quale Dori ha permesso di toccare il suo amaro nocciolo di solitudine, la prima donna di cui si è fidato, sino al punto da appoggiarsi e assuefarsi totalmente a lei. Tuttavia Dori è convinto che, camminando col suo passo svelto, un giorno lei non si fermerà piú e lo lascerà. E allora per evitarlo, Dori ha deciso di  essere lui ad andarsene.

Suo padre, Meni Peleg, eroe della guerra del Kippur, uomo riflessivo, equilibrato, uno dei piú quotati consulenti finanziari in Israele, dopo la morte dell’amata moglie è scomparso da qualche parte in Sudamerica. Per scacciare i propri spettri privati, Dori parte alla sua ricerca. 

Inbar ha la stessa età di Dori, non piú giovane come le giovani, né avanti negli anni come quelle avanti negli anni. Una via di mezzo. Esattamente come Dori. È bella, ha un’abbronzatura sana, un corpo florido e dei capelli castani disordinati con studiata monelleria.

Anche Inbar è in fuga dai suoi fantasmi privati e dalle persone in carne e ossa cui è attaccata la sua vita in Israele. Sua madre, ad esempio, che vive nel ricordo struggente del figlio prediletto, Yoavi, morto suicida durante il servizio militare senza lasciare una lettera, una nota che spiegasse il gesto. Oppure Eitan, l’uomo che la spinge a una maternità che lei non può  sopportare.

Dori e Inbar si incontrano e si amano in Sudamerica. E in Argentina, là dove alla fine dell’Ottocento il Barone Hirsch comprò molte terre,convinto che fosse il posto migliore dove creare un focolare nazionale per gli ebrei, là dove persino Herzl accarezzò l’idea del nuovo stato di Israele, indeciso com’era tra Eretz Isruel e l’America del sud, si imbattono insieme in Meni Peleg. Grandi occhi blu e poncho celeste, barba lunga ma non troppo, pomo d’Adamo sporgente, esattamente come quello di Dori, Meni Peleg ha fondato in quelle terre Neuland, uno «stato ombra» in miniatura che rammenti allo stato d’Israele cosa avrebbe dovuto essere e cosa potrebbe essere, una comunità perché non vada perduta la millenaria speranza degli ebrei di essere un popolo libero.

Romanzo che al suo apparire in patria è stato salutato come un autentico punto di svolta nella letteratura israeliana contemporanea, come un accorato appello al cambiamento di Israele, Neuland riesce nel compito proprio della vera letteratura: mostrare la crisi di un’epoca e di una nazione nell’avvincente narrazione di una storia d’amore.

«Neuland indaga il significato dell’essere israeliani, il passato, la psicologia e la cifra culturale di una nazione, le identità che essa crea. Rappresenta un importante passo in avanti per tutta la letteratura israeliana, all’interno della quale Nevo può ora occupare un posto di assoluto prestigio».

Omri Herzog, Haaretz

 

«Neuland rappresenta quello che ci aspettavamo. Un romanzo magistralmente scritto. L’appello al cambiamento all’interno della società israeliana non è mai stato cosí forte e preciso».

Bookwatch

 

Hanno scritto della Simmetria dei desideri:

 

«La simmetria dei desideri di Eshkol Nevo è uno dei libri piú belli che mi siano capitati tra le mani negli ultimi tempi. Era dalle Avventure della ragazza cattiva di Vargas Llosa che non mi divertivo tanto, e che non m’intenerivo cosí per la causa di un personaggio».

Alessandro Piperno, Corriere della Sera

 

«Eshkol Nevo è una voce fondamentale della giovane narrativa israeliana, forse il piú vicino a David Grossman per la capacità di raccontare il rapporto sottile che esiste tra le vite individuali e la storia collettiva».

Nouvel Observateur

 

 

 

 

Traduzione dall’ebraico

di Raffaella Scardi e Ofra Bannet

Euro 17,00

304 pagine

 

 

 

 

Eskhol Nevo è nato a Gerusalemme nel 1971. Dopo un’infanzia trascorsa tra Israele e gli Stati Uniti ha completato gli studi a Tel Aviv e intrapreso una carriera di pubblicitario, abbandonata in seguito per dedicarsi alla letteratura. Oggi insegna scrittura creativa in numerose istituzioni. Oltre a La simmetria dei desideri (Neri Pozza 2012), best seller internazionale, ha pubblicato Nostalgia, premio Book Publishers’ Association e FFRaymond Wallier Prize, una raccolta di racconti intitolata Bed & Breakfast e il saggioThe Breaking Up Manual.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Georges I. Gurdjieff

Incontri con uomini straordinari

 

0a00e1383fa20a6d772075a6f1379643_w190_h_

 

 

Traduzione di Gisèle Bartoli

Biblioteca Adelphi

1977, 7ª ediz., pp. 408

Autobiografie, Ritratti

€ 23,00 –15% € 19,55

www.adelphi.it

 

Gurdjieff è una delle più enigmatiche e soggioganti figure che abbiano traversato questo secolo. Per molti, incontrarlo volle dire «cambiare la vita», imparare a essere: fra questi René Daumal, Katherine Mansfield, il filosofo Uspenskij.

E molti furono anche i suoi nemici e denigratori, che videro in lui soltanto un mistificatore dai pericolosi poteri. Quando Gurdjieff arrivò in Francia, nel 1922, accompagnato da un piccolo gruppo di seguaci, già lo precedevano disparate leggende.

A Parigi, in breve tempo, dopo che egli ebbe costituito la comunità del Prieuré, presso Fontainebleau, si cominciò a parlare di lui come di un maestro inaudito e sconcertante, che insegnava innanzitutto – con l’ausilio di tecniche che sembravano collegate ad antichissime dottrine orientali – a risvegliarsi da una vita di automi addormentati.

Tale, infatti, egli giudicava la vita normale degli occidentali. Da quel momento fino alla morte, avvenuta a Parigi nel 1949, l’insegnamento di Gurdjieff si diffuse capillarmente, toccando le persone più diverse: e ancora oggi i suoi seguaci sono sparsi in ogni parte del mondo. Con Incontri con uomini straordinari, pubblicato postumo nel 1960, Gurdjieff non ci introduce soltanto al suo insegnamento, ma solleva il velo sulla sua vita precedente all’arrivo in Francia.

Per lui, comunque, come per i sapienti antichi, velare e svelare sono lo stesso gesto, sicché tutto si troverà in queste memorie salvo un taglio di esattezza documentaria: questi ricordi, strabilianti come un sontuoso romanzo d’avventure, animati in ogni riga da una sapiente buffoneria e da un’ispida bruschezza, raccontati nella stessa maniera che usava nella vita, «con una semplicità orientale che sconcertava per la sua apparenza di ingenuità», sono per Gurdjieff innanzitutto uno strumento per iniziare il lettore alle sue dottrine, per sottoporlo a una serie di choc e di paradossi che possono orientarlo verso il risveglio.

Dal padre di Gurdjieff, splendida figura di cantore mediorientale, ai suoi imprevedibili amici e compagni in spedizioni nel cuore dell’Asia, alla ricerca della Conoscenza nascosta, vediamo sfilare davanti ai nostri occhi una serie di persone che hanno come una dimensione in più del reale, un po’ come la coscienza nel senso di Gurdjieff ha tutt’altra dimensione rispetto alla coscienza nel senso comune.

Ognuna di queste figure si impone con la concretezza dei più felici personaggi romanzeschi, ognuna contribuisce per la sua parte a illuminare in una certa prospettiva un insegnamento che mette tutto in causa, ognuna infine rispecchia, in una moltitudine di sfaccettature, il personaggio che sta al centro e parla – e indubbiamente è il più straordinario di tutti: Gurdjieff stesso, ‘l’inconoscibile Gurdjieff’.

 

 

 

 

L’ANTIDOTO – LUIGI CRESPI 

http://luigicrespi.clandestinoweb.com/libri/

 

 

antidoto.jpg

 

 

 

Questo libro racconta la storia che ha portato alla nascita di una delle invenzioni più interessanti della politica italiana e anche della pubblicità:”Il Contratto con gli italiani”.

Inoltre, il libro documenta quanto Silvio Berlusconi abbia rispettato questo contratto. Al contempo il libro contiene una serie di riscontri storici internazionali su analoghe esperienze. Un excursus interessante, estremamente documentato che arricchisce il dibattito nel cuore della prossima campagna elettorale. Il testo, nelle sue conclusioni, produce un antidoto naturale rispetto ad un uso strumentale della comunicazione politica.

È anche l’occasione per una riflessione più ampia tra etica e comunicazione.

 

per altre informazioni visita il sito http://luigicrespi.clandestinoweb.com/libri/

 

 

 

 

 

 

CAPUT MUNDI - Autore: Gianni Fraschetti

 

 

CAPUT MUNDI

 

 

 

http://www.ultimabooks.it/caput-mundi#descrizione

 

 

Editore: Narcissus Self Publishing

Altri argomenti: Ebook » Fiction » Storia alternativa

Data Pubblicazione: 20/04/2012

 

Sinossi

2018, il mondo sta per essere sconvolto dai mutamenti climatici. Il passato diviene il nostro futuro e la seconda guerra mondiale l’ arena dove uomini provenienti da diverse epoche si giocheranno il destino dell’ umanita’. Quanto realmente avvenne si mescola con quanto avrebbe potuto avvenire fino a dare vita ad una nuova storia nella quale legionari romani, soldati degli anni duemila, barbari germanici ed i veri protagonisti delle vicende di quegli anni si affrontano senza esclusione di colpi per dare vita ad un nuovo percorso che non porti l’ umanita’ alla sua fine.

 

nota

CAPUT MUNDI e’ il primo volume di una trilogia cui seguira’ tra breve il secondo: OCEANI

http://www.ultimabooks.it/idol2/result/index/q/Narcissus+Self+Publishing/extra/publisher/

 

 

 

 NOVITAINLIBRERIA siti web comunicazione traduzioni 

 

 

 

Romanzo per signora - Piersandro Pallavicini  - Collana: I Narratori

Pagine: 272 - Prezzo: Euro 17 - Compra su lafeltrinelli.it -

Compra in formato iPhone/iPad

 

 

copertina

 

 


 

In breve

Ecco, allora in alto i calici. L’Attilio ci riempie i bicchieri, alza il suo per il brindisi, lo incontriamo coi nostri a mezz’aria facendo tintinnare il cristallo. Che c’importa dei trenta morti di Super Cannes? Delle centinaia di Paris, Lille o Lyon? Che c’importa del Luciano finito chissà dove? Dell’Adriana stesa da Tavor e champagne? C’est la vie, mes amis. Qui c’è il Rotary Club Gran Vigevano, in missione Costa Azzurra. Qui ci sono degli amici.

 

Il libro

“Ho preso dalla provincia lombarda cinque anziani signori – due coppie e un vedovo, tutti afflitti da malanni più o meno disastrosi – e li ho portati in vacanza a Nizza. In Jaguar. In un hotel a quattro stelle, con in mano un elenco di ristoranti lussuosi e in tasca un’American Express a credito illimitato. Tra i giardini del Cimiez e una clinica privata diretta dal sosia di Daniel Auteuil, con l’aiuto di un romanzo inedito di Frederic Prokosch e di una magica sfera di hashish, Cesare, che racconta la storia, si metterà sulle tracce di Leo Meyer. Lo scrittore che negli anni ottanta ha fatto esordire e ha sostenuto come direttore letterario di una nota casa editrice. Leo, il suo Amico Della Vita. Che dopo anni di misteriosa latitanza riappare lì, a Nizza, gli occhi incavati nel volto malato, sul sedile posteriore di un taxi in corsa. Lo so che alla fine ne è uscito un romanzo struggente, con questi cinque anziani a ricapitolare le loro vite in smobilitazione, mentre provano caparbiamente a riallacciare i fili degli affetti. Ma Cesare è fermamente deciso a non cedere di un’unghia alla malinconia e al rimpianto. Come me, che mentre scrivevo tiravo giù dagli scaffali Wodehouse, Carlo Manzoni, Marcello Marchesi, e facevo esorcismi in forma di battute. Intanto che nel romanzo, questa volta felicemente, il mistero cresceva e la trama si infittiva.”  

 

L'autore - Piersandro  Pallavicini

 

Notizie 

Quando gli anziani sono protagonisti

Intervengono Piersandro Pallavicini e Marco Malvaldi

Per info www.festivaletteratura.it il 07/09/2012 alle ore 21:30 presso Casa del Mantegna a Mantova.

Qualcosa di Dandy

Interviene Piersandro Pallavicini

Per info www.festivaletteratura.it il 08/09/2012 alle ore 17:15 presso Tenda Sordello a Mantova.

 

Piersandro Pallavicini è nato a Vigevano nel 1962. Autore di narrativa e saggistica, è ricercatore in Chimica presso l’Università di Pavia. Ha collaborato all’associazione di volontariato Oltremare di Vigevano. Collabora con le Edizioni dell’Arco di Milano, curando una collana di libri di strada dedicati all’Africa e alla migrazione da quel continente, scritti da autori italiani.

 

Altri libri

African inferno, I Narratori, Euro 18 - Compra su lafeltrinelli.it

Atomico dandy, Universale Economica, Euro 8, I Narratori, Euro 16 - Compra su lafeltrinelli.it

Madre nostra che sarai nei cieli, I Narratori, Euro 13,5 - Compra su lafeltrinelli.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PREMIO BENEDETTO CROCE 2012

 

Le ceneri di Mike di Giancarlo Liviano D’Arcangelo

è il vincitore del Premio Benedetto Croce 2012 (Sezione Narrativa)

 

 

 

IL LIBRO

 

GIANCARLO LIVIANO D’ARCANGELO

LE CENERI DI MIKE

 

Collana: Fandango Libri

Pagine: 218

Prezzo: € 15,00

Isbn: 9788860442178

Mese di pubblicazione: 8 Settembre 2011

 

“Sia opera di balordi disperati, sia di lugubri feticisti del successo, il rapimento della salma di Mike Bongiorno mette una speciale tristezza.

Di questo uomo fortunato, semplice e allegro, oggi qualcuno ha in pugno le spoglie. Nemmeno la surrealtà di una notizia che − riguardando Mike − riguarda anche la tragicomica confusione tra fiction e realtà, riesce a strapparci un sorriso, oggi. Lo riportino dov’era, o lo facciano ritrovare, soprattutto non lo disturbino, non gli dicano perché, non gli spieghino nulla. Non capirebbe, o meglio: non vorrebbe capire.”

                                                                                             Michele Serra  

 

Sono passati esattamente cinquant’anni da quando apparve la prima edizione del saggio di Umberto Eco Fenomenologia di Mike Bongiorno, dove si raccontava quanto fosse naturale per l’italiano medio riconoscersi nella figura del presentatore italo-americano. Il saggio, pur essendo in certi tratti molto duro con Bongiorno, consacrava comunque il valore e la potenza di Mike nell’immaginario collettivo. Un anno e mezzo dopo la sua scomparsa, avvenuta l’8 settembre del 2009, ignoti trafugano la salma di Mike dal cimitero di Dagnente nel comune di Arona. La notizia turba l’Italia, ma è un turbamento che dura poco, qualche giorno appena, presto sepolto dalla cronaca nera che riempie i telegiornali. Seguendo la lezione dei grandi scrittori del New Journalism americano, Giancarlo Liviano D’Arcangelo si trasferisce ad Arona nei giorni immediatamente successivi al trafugamento, e lì si consegna a un’ispirata, struggente solitudine, come nuotando nel buio degli abissi marini alla ricerca di qualche anima splendente con cui condividere la propria incapacità di accettare il silenzio. Con sconsiderata curiosità stana storie e personaggi, si avvicina ai luoghi di Mike e forse anche ai suoi ladri. Ciò che ne viene fuori è il ritratto della strana, oscena rimozione collettiva che tuttora accompagna l’oltraggio subito da una delle figure più importanti della nostra storia recente, ma anche lo spaccato di una provincia italiana del tutto insensibile, ormai, a ciò che si spinge al di là della morte, e ancora troppo poco raccontata.                                                                                                                                                            Sandro Veronesi

 

Giancarlo Liviano d’Arcangelo è nato a Bologna nel 1977, e vive a Roma.

Nel 2007 ha pubblicato Andai, dentro la notte illuminata (PeQuod), finalista al premio Viareggio-Repaci come opera prima. Nel 2008 ha partecipato alla raccolta di racconti

La storia siamo noi (Neri Pozza) che ha inaugurato il Festival delle Letterature di Roma.

È studioso di Mass Media e ha pubblicato saggi, articoli e racconti su Nuovi Argomenti e altri quotidiani nazionali. Di Nuovi Argomenti, è anche redattore.

 

 

 

 

 

 

NEWSLETTER  EDIZIONI SAN PAOLO

 

 

THE VATICAN FILES - La diplomazia della Chiesa. Documenti e segreti

A intervalli regolari il Vaticano torna a far parlare di sé. Matteo Luigi Napolitano richiama l’attenzione su alcuni temi controversi: i Patti lateranensi e l’opposizione di Pio XI ai totalitarismi; l’operato del nunzio Orsenigo nella Germania di Hitler; la questione dei silenzi di Pio XII; il caso di Giovanni Frignani; le prove di disgelo di Giovanni XXIII; Montini e il comunismo; i rapporti di Giovanni Paolo II con Ronald Reagan e Mikhail Gorbaciov; le rivelazioni di Wikileaks.

 

di Matteo Luigi Napolitano

Edizioni San Paolo

423 pagine € 17,00

 

 

 

 

LETTERE

Gianna Beretta e Pietro Molla furono uniti in matrimonio dal 1955 al 1962. Un periodo relativamente breve, vivificato da un amore appassionato in Cristo. Ne dà testimonianza il fitto scambio epistolare che qui viene pubblicato per la prima volta nella sua interezza. Le lettere dei due sposi sono la dimostrazione convincente che la via per la santità non passa necessariamente attraverso i chiostri dei religiosi o il ministero dei preti, ma può dispiegarsi in mezzo al mondo. Nell’impegno per il lavoro, nella pienezza dell’amore, nella dedizione per crescere ed educare i figli. Un libro che invita all’amore e alla speranza.

 

a cura di Elio Guerriero

di Gianna Beretta - Pietro Molla

Edizioni San Paolo

304 pagine € 15,00

 

 

 

 

SPORT, FAMIGLIA E ATLETI - Un intreccio vincente

Lo sport ha un innegabile potere educativo e per questa ragione il rapporto della famiglia con lo sport merita una particolare attenzione. In questo volume Ezio Aceti affronta il tema partendo da un’analisi della società contemporanea di cui lo sport riflette i mali, mali rintracciabili nella diffusione del doping, nella spettacolarizzazione delle emozioni negative e nelle drammatizzazioni degli sbagli per non parlare degli adulti-allenatori che spesso non sono all’altezza del loro compito che è prima di tutto educativo.

 

di Ezio Aceti

Edizioni San Paolo

96 pagine € 10,00

 

 

 

 

FARE LA SCELTA GIUSTA - Il coraggio di prendere decisioni

Qual è la decisione giusta da prendere? Come faccio a sapere di non avere sbagliato? Queste sono solo alcune delle domande che vengono poste a Anselm Grün nei suoi incontri. In ogni momento della nostra quotidianità dobbiamo infatti prendere delle decisioni, la più importante delle quali è scegliere se essere vittime degli eventi o se gestire al meglio la nostra vita. In questo volume, a cavallo tra spiritualità e psicologia, Padre Grün aiuta il lettore a comprendere qual è il modo migliore per giungere a una scelta.

 

di Anselm Grün

Edizioni San Paolo

192 pagine € 15,00

 

 

 

 

ELENA HOEHN - Protagonista della storia italiana

Elena Hoehn è una donna tedesca che scelse l’Italia e divenne protagonista della nostra storia. Durante la guerra nascose in casa sua Giovanni Frignani, l’ufficiale dei Carabinieri che arrestò Mussolini, prima che egli venisse scoperto e incluso nell’elenco delle persone destinate alle Fosse Ardeatine.

L’altro elemento fondamentale nella sua vita è l’incontro con Chiara Lubich agli albori del Movimento dei Focolari. Con la giovane maestra trentina l’intesa è immediata e perfetta. Elena partecipa alla vita del movimento, ascolta, consiglia e segue la fondatrice, intesse con lei una fitta corrispondenza, ne assimila il carisma. Un libro tra storia e spiritualità, un invito alla speranza in tempi difficili.

 

di Armando Droghetti

Edizioni San Paolo

272 pagine € 14,50

 

 

 

 

LA BIBBIA - Tutta la Bibbia in un’edizione economica e rilegata.

Tutta la Bibbia in un’edizione cartonata, economica e completa. In un solo volume leggero e tascabile tutti i libri biblici accompagnati da introduzioni chiare e leggibili. In più, un inserto a colori di 32 pagine con introduzione alla Bibbia, atlante biblico e percorsi di lettura. Il volume è arricchito da indici e apparati per una più facile consultazione. È adatta per la lettura personale e per l’uso comunitario.

 

Edizioni San Paolo

1340 pagine € 8,90

 

 

 

 

MA VOI, CHI DITE CHE IO SIA? 

In cammino con Gesù nel Vangelo di Marco

Un libro per laici che focalizza l’attenzione su Gesù e sulla sua identità, soffermandosi sui capitoli centrali del Vangelo di Marco. Un itinerario di scoperta di Cristo che affronta domande cruciali per il credente e per la persona in ricerca: Come si è posto Gesù davanti alla sua vita? E davanti alla sua morte? Che cosa ci chiedono di fare le sue scelte? Ma, soprattutto, chi è questo Gesù per noi oggi?

 

di Bruno Forte

Edizioni San Paolo

96 pagine € 6,00

 

 

 

 

IL FANCIULLO DI DIO (Romanzo)

Francia, 1212, un giovane sacerdote di nome Rolando viene inviato dal vescovo di Orléans ad indagare e verificare i rischi di un’eresia presso l’accampamento dove si sono radunati migliaia di bambini, che hanno ascoltato la chiamata di Stefano, il fanciullo di Dio. Rolando, conquistato dal carisma del fanciullo di Dio, da spia e inquisitore ne diviene confessore, confidente e consigliere. Il fanciullo ha ricevuto dal Signore un singolare incarico: raccogliere una crociata composta da soli bambini, e recarsi con essi presso il Santo Sepolcro per convertire i seguaci dell’Islam con la predicazione e l’esempio.

 

di Walter Sibelius

Edizioni San Paolo

200 pagine € 15,00

 

 

 

 

Serie LETTERE A UN AMICO SULLA VITA SPIRITUALE

Una serie di sette volumetti scritti da Enzo Bianchi sotto forma di lettere a un amico. Sette lettere sulla vita spirituale per intraprendere un cammino personale e comunitario sotto la guida di un gran Maestro. L’avventura interiore e la preghiera, l’ascolto, il tempo, il discernimento, la fraternità e la speranza, la lotta spirituale e la carità: ecco i temi, uno per ogni volumetto, affrontati da Enzo Bianchi. Ciascuna lettera può essere letta singolarmente o come tappa di un percorso.

 

COMINCIA A CAMMINARE - L’avventura interiore e la preghiera

VA' VERSO IL TUO CUORE - L’ascolto

REIMPARA IL TEMPO - Onora il giorno del Signore

RESISTI AL NEMICO - La lotta spirituale

CERCA GLI ALTRI - La fraternità e la speranza

CERCA LA VOLONTÀ DI DIO - Il discernimento

IMPARA L'AMORE - La carità vince su tutto

 

di Enzo Bianchi

Edizioni San Paolo

48 pagine € 3,90

 

 

 

LE VETRINE DEL PARADISO - Narrativa Ragazzi

Brina non ha amici, ma un giorno incontra Puma, uno strano ragazzo che vive rinchiuso nel Grande magazzino Paradiso, l’enorme e scintillante edificio sorto da poco in città. Puma è alla ricerca del Guaritore, fantomatico comandante della Legione, un esercito fantasma di ragazzini, il solo che può guarirlo dalla sua misteriosa malattia. Brina e Kodak - un compagno di classe, un isolato come lei - decidono di aiutarlo, ma sulle loro tracce si mettono Maledicta e gli altri...

 

di Seita Parkkola

Edizioni San Paolo

352 pagine € 19,90

 

 

LA CLASSIFICA DEI LIBRI PIÙ VENDUTI

Il libro più venduto: DOPO LA PAURA LA SPERANZA

“L’italiano è più solo di ieri. Guarda poco al domani con gli altri. Il problema è andare avanti insieme. Da soli si spera poco. Bisogna avere il coraggio di guardare in faccia quest’Italia. Non tutto è negativo. Le risorse non mancano. Ma si deve pensare il Paese non più con le categorie del secolo scorso. Indietro non si torna.”

Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio e Ministro  per la cooperazione internazionale e l’integrazione, lancia in questo volume una sfida per il nostro paese: superare la paura del nuovo e aprirsi alla speranza.

 

di Andrea Riccardi

Edizioni San Paolo

120 pagine € 14,50

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Novità Claudiana

 

 

 

IL CONCILIO VATICANO II

VISTO DAL GRANDE TEOLOGO PROTESTANTE KARL BARTH

I testi di Karl Barth raccolti in questo volume ce ne presentano il

pensiero sul Concilio Vaticano II, cui il teologo protestante guardò con

grande libertà di giudizio e originalità di pensiero.

 

 

 

Karl BARTH

 

 

 

Karl Barth e il Concilio Vaticano II. Ad limina apostolorum e altri

scritti Piccola Collana Moderna 140 pp. 156 euro 15,00

Nel settembre 1966, Karl Barth si reca a Roma per discutere con teologi

cattolici ed esponenti della Curia gli esiti del Concilio Vaticano II,

conclusosi lanno precedente. Per lanziano teologo protestante si

tratta di un incontro sorprendente e fresco con un cattolicesimo romano che

egli vede impegnato in un profondo processo di evoluzione.

Il volume qui presentato raccoglie i documenti relativi a questo

episodio della teologia del XX secolo insieme a testi pubblicati dallo stesso

Barth sotto il titolo Ad limina apostolorum, nonché un importante articolo

scritto dal teologo svizzero durante il Concilio, un suo scambio

epistolare con Paolo VI e diverse altre lettere relative al soggiorno

romano.

Le domande sul Concilio rivolte ai teologi cattolici presenti a Roma.

I problemi dogmatici di fondo della teologia barthiana.

I terribili interrogativi sulla testimonianza cristiana nel mondo

contemporaneo.

 

 

Karl BARTH (1886-1968), ritenuto il più importante teologo protestante

dai tempi di Giovanni Calvino, fu considerato da papa Pio XII uno dei più

grandi teologi dallepoca di Tommaso dAquino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MARILYN & MAGNUM 

 

Con un saggio di Gerry Badger

 

 

 

 

 

FORMATO: 22,5 x 26 cm

PAGINE: 160

FOTOGRAFIE: 90 a colori e b/n

CONFEZIONE: cartonato

PREZZO: 24,90 euro

 

 

 

 

LA VITA DI MARILYN MONROE CELEBRATA 

 

DAI GRANDI FOTOGRAFI DI MAGNUM

 

 

“Una volta pronta (per essere fotografata) superava le aspettative dell’obiettivo. Lei aveva la capacità di brillare come fosse un’emanazione dell’acqua, e si muoveva con lirismo.”

 

Inge Morath su Marilyn Monroe

 

 

 

A cinquant’anni dalla sua scomparsa, una splendida collezione di immagini descrive ogni aspetto della poliedrica personalità di Marilyn Monroe. Una dopo l’altra, le fotografie degli autori della agenzia Magnum hanno immortalato una delle stelle più amate e ambite nella storia del cinema catturando la forza, l’intensità, la bellezza della Monroe, il suo mito, la sua grazia, la sua fragile esistenza. 

 

È passato mezzo secolo dalla morte dell’attri

ce, ma la sua presenza nella cultura popolare non si è mai sbiadita, in parte proprio grazie alla grandissima quantità di foto che le sono state scattate. 

Di Marilyn Monroe, del suo corpo prorompente, del suo viso sensuale, rimangono molte celebri fotografie, vere e proprie icone di femminilità, impresse nella memoria a testimonianza di una stagione breve e intensa del divismo hollywoodiano. Molte di queste immagini, le più intense, le più insolite, sono state realizzate dai fotografi dell’agenzia Magnum che hanno seguito, in modo diverso, la carriera di Marilyn dagli inizi fino al suo fulgido successo di star internazionale. 

 

Henri Cartier-Bresson, Elliott Erwitt, Eve Arold, Inge Morath, Philippe Halsman e molti altri, l’hanno ritratta sul set e nella vita provata. Dagli scatti glamour e 

dai posati in studio fino ai momenti di delicata e disarmante intimità, senza trascurare i momenti forse più emblematici della sua carriera di attrice: il set di A qualcuno piace caldo e quello della sua ultima pellicola, Gli Spostati di John Huston. 

 

Marilyn aveva un vero talento per la macchina da presa e un rapporto speciale con l’obiettivo fotografico. Questo libro, arricchito da un testo del critico Gerry Badger e dalle biografie dei fotografi autori degli scatti presentati, raccoglie immagini straordinarie di Marilyn Monroe, tra bianco nero, colore, riproduzione di provini, cogliendola in tanti diversi frammenti della sua vita: mentre recita, prova una scena, si offre ai suoi fan, si trucca o semplicemente gioca, come solo lei sapeva fare, con l’obiettivo fotografico. 

 

Il volume accompagnerà la mostra omonima che verrà presentata a cura della Provincia di Roma e Contrasto, a Palazzo Incontro di Roma dal prossimo mese di ottobre 2012.

 

 

Gerry Badger nasce a Northampton nel 1946, è un fototografo, architetto e critico fotografico. Tra i suoi libri ricordiamo Collecting Photography (2002), The Genius of Photography (2007), The Pleasure of Good Photographs (2010), vincitore del ICP Infinity Writer’s Award 2011, e (con Martin Parr), del The Photobook: A History (2 volumi 2004 e 2006). 

 

 

 

 

 

 

Mercoledì 11 luglio ore 19.00

CICLO LEZIONI CIVILI

Fandango Incontro

Via dei Prefetti, 22 – Roma

Intervengono

GIACOMO BENDOTTI

MARIA AGOSTINELLI

 

 

 

 

“Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene.” Paolo Borsellino

 

A VENT’ANNI DALLE STRAGI

DI CAPACI E DI VIA D’AMELIO

 

 

Con la Prefazione di Rita Borsellino

 

 

 

Il 23 maggio 1992, all’ospedale Civico di Palermo, Paolo Borsellino abbraccia il suo amico Giovanni Falcone per l’ultima volta, prima che muoia. Dopo neppure due mesi, il 19 luglio 1992, un’auto bomba carica di tritolo stronca la vita del giudice Borsellino e della sua scorta davanti alla casa della madre. Cosa accade in quei 57 giorni che vanno dalla Strage di Capaci alla Strage di Via D’Amelio? Cos’è che condanna a morte Borsellino? Perché pochi giorni prima di morire il magistrato scoppia in lacrime davanti ad alcuni amici, dicendo: “Mi hanno tradito?” Cosa intende Borsellino quando confida alla moglie: “Ho capito tutto sulla morte di Giovanni?” E soprattutto: perché pochi attimi dopo l’omicidio qualcuno fa sparire l’agenda rossa di Paolo Borsellino?

 

57: tanti sono i giorni che dividono la prima dall’ultima tavola di questo fumetto. Tanti furono i giorni di vita di Paolo Borsellino dal 23 maggio al 19 luglio del 1992. Dalla morte di Giovanni alla sua. L’autore ha scelto di vivere con Paolo proprio quel tempo con intensità, con passione, con angoscia. La stessa angoscia di tutti coloro che gli furono accanto in ogni momento di quella vita che non aveva più nulla di normale, ma che la normalità doveva fingere di continuare a vivere. E così si intrecciano e si alternano immagini e dialoghi di lavoro e di ricerca della verità, con flash di vita familiare: il dialogo e la complicità con Lucia, a tavola con nostra madre che sbuccia la frutta a Paolo, l’attenzione e la cura per i ragazzi della scorta, la paura di volare, al supermercato con Manfredi e la lozione per la caduta dei capelli. Quel mamma, mi dici che sono il tuo figlio preferito?” è la nostalgia di tornare bambino, al sicuro, protetto dagli affetti più veri e profondi. Quasi a esorcizzare le brutture, i tradimenti, i pericoli che lo assalgono con forza in ogni momento di quelle giornate frenetiche.                                                                                      

 

Dalla prefazione di Rita Borsellino

 

“Questa non è una strage di mafia, questa è una strage di stato. esiste un disegno preciso che non fa andare avanti certe indagini, non fa andare avanti certi processi, che mira a coprire di oblio agli occhi dell’opinione pubblica questa verità, una verità tragica perché mina i fonda­menti di questa nostra Repubblica.”                                                               Salvatore Borsellino, fratello di Paolo                                                                                                                                  

Giacomo Bendotti ha studiato disegno presso la Scuola Romana di Fumetti. Diplomato dal 2009 nel corso di Sceneggiatura del Centro Sperimentale di Cinematografia, è autore per la radio e per il cinema. Ha pubblicato Giovanni Falcone (BeccoGiallo).

 

Collana: Cronaca storica

Pagine: 128, bicromia               

Prezzo: € 14,00                             

Dimensioni:15x21 cm

Data di pubblicazione: 11 luglio 2012, in occasione dell’anniversario della sua scomparsa

 

 

 

 

 

 

 

 

SEX AND THE VATICAN

di Carmelo Abbate

Collana Paperback Adulti - Serie Bestseller - Pagine 416 

2012  - EURO 11,50

 

Parte dal racconto di una festa molto speciale, e da un’inchiesta che ha catturato l’attenzione dei media di tutto il mondo – da Newsweek al Washington Post, dalla Cbs al Guardian, dalla Bbc a France 2, da El Mundo alla Pravda, fino alla tv iraniana – questo viaggio segreto nel Regno dei Casti. Un’inattaccabile indagine da undercover reporter che ha avuto enorme eco e ha provocato la reazione del Vaticano, che con una nota ufficiale del Vicariato di Roma ha invitato i preti coinvolti a «uscire allo scoperto».Proprio in quei giorni caldi, Carmelo Abbate continuava il suo lavoro da “infiltrato”, un lavoro che si è protratto per diversi mesi e dalla Città Eterna si è allargato a molte altre città italiane, e quindi oltre confine. Il risultato è un reportage ricco di rivelazioni, dialoghi serrati, dati, incontri segreti, testimonianze, a volte dolenti, spesso sconcertanti.Sacerdoti di ogni nazionalità che si dividono tra le stanze di via della Conciliazione e la movida della Roma by night. Preti dalla doppia vita. Esperienze di escort e chat. Seminaristi e suore che vivono di nascosto la propria sessualità, sia etero che omosessuale. Il problema dei figli dei sacerdoti e delle loro madri, che hanno inviato a papa Benedetto XVI un documento segreto per raccontare la loro difficile condizione. Sacerdoti che testimoniano il loro disagio, o che hanno scelto di gettare la tonaca alle ortiche. L’ossessione sessuofobica e l’«invincibile richiamo del peccato». Prelati rimasti invischiati nelle retate anti-prostituzione. Storie di aborti clandestini e richieste di adozioni per liberarsi dei “frutti del peccato”. E poi soldi, tanti, per comprare il silenzio delle amanti o per accompagnare la crescita di bambini “scomodi”.Un’inchiesta documentata, esclusiva, esplosiva.

 

 

 

http://api.edizpiemme.it/storage/village/2011/04/13/566-1867.pdf

 

 

 

 

 

 

 

 

È stato il figlio - Roberto Alajmo

Editore: Mondadori Collana:SCRITTORI ITALIANI E STRANIERI 


Pagine: 240    euro 16.00 

www.librimondadori.it

 

Palermo, quartiere della Kalsa, terzo piano di un palazzo sporco e buio: ma aprendo la porta di casa Ciraulo si nota subito lo scintillio del pulito. Perché la famiglia Ciraulo ci tiene, alla pulizia.

Nicola Ciraulo, il capofamiglia, è un Ellesseù, Lavoratore Socialmente Utile, ossia un professionista delle mobilitazioni sindacali e dei lavori in nero: ed è anche l'unico che più o meno lavori, in una famiglia composta dai suoi genitori - l'opprimente signora Rosa, che non tace un istante, e l'ineffabile marito Fonzio - da sua moglie Loredana e dal figlio ventenne, Tancredi. Fino a qualche anno fa c'era pure un'altra figlia, una bambina allegra e prepotente, la povera Serenella...

Il romanzo comincia con la polizia che fa irruzione in casa Ciraulo, dove Tancredi è chiuso in bagno e si rifiuta di uscire. Dove, soprattutto, c'è il cadavere di suo padre Nicola steso nel salotto. Ma il resto della famiglia, tutto attorno, sembra intenzionato a non collaborare. O forse: a collaborare fin troppo. E sono molti i particolari che non quadrano.

I personaggi di Alajmo, le situazioni che creano o in cui vengono a trovarsi, sono sempre normali e paradossali al tempo stesso. I loro caratteri, apparentemente semplici, nascondono abissi. Le loro logiche, apparentemente arcaiche, confinano con gli smarrimenti metafisici della modernità. Alajmo individua le mille crepe della realtà, della psiche, dei singoli oggetti, vi infila il cuneo della sua ironia, di una logica implacabile, e poi scava, scava senza fermarsi, oltre il cuore, fino all'osso duro e insensato che si trova sotto.

 

 

 

Roberto Alajmo è nato a Palermo nel 1959. Fra i suoi libri Il repertorio dei pazzi della città di Palermo (1994), Almanacco Siciliano delle morti presunte (1997), Le scarpe di Polifemo, Notizie dal disastro (1998), Cuore di madre (2003) e È stato il figlio (2005). Lavora come giornalista alla Rai di Palermo.

 

 

 

 

PRESENTAZIONE A ROMA DEL FILM TRATTO DALL'OPERA DI ALAJMO

 

 

 

10 SETTEMBRE- ROMA

18.00 Proiezione Stampa (Politecnico Fandango, Via Tiepolo 13 a) 

12 SETTEMBRE - ROMA

14.40 MINI PRESS CONFERENCE (Fandango Incontro, Via dei prefetti 22)

18.00 Da Venezia a Roma- Incontro con Daniele Ciprì (Fandango Incontro, Via dei prefetti 22)

AL CINEMA DAL 14 SETTEMBRE 2012

PASSIONE e RAI CINEMA

presentano

TONI SERVILLO in È STATO IL FIGLIO

 

 

Tag(s) : #libri - autori - editori
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: