Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

GIULIO ANDREOTTI INTERVISTA - NONNI E NIPOTI DELLA REPUBBLICA

di ELISABETTA BERNARDINI

 

 

D) Senatore Lei ha recentemente pubblicato  Nonni e Nipoti della Repubblica (Ed.Rizzoli) un libro brillante, come è nel Suo stile, e che offre lo spunto per riflettere anche su altri argomenti. Come Lei stesso scrive nella prefazione, in questi ritratti c’è molta ironia ma non Commemorazione; cosa la spinge a raccontare così tanto?  

 

R) Mi sembra che attraverso la conoscenza,o il ricordo, dei tanti tipi umani che si sono susseguiti in Parlamento da 1946 ad oggi si aiuti il recupero dell’interesse alla politica che un certo andamento qualunquistico ha fatto perdere.

 

D) Tra i tanti nomi che popolano il libro c’è anche Trilussa il celebre poeta… Proprio in riferimento a Carlo Alberto Salustri lei afferma di aver ritrovato in molte esperienze di vita la puntualità delle sue poesie e se ne è servito per esprimere giudizi negativi un po’ marcati nei confronti di chi giudica la politica dei lunghi anni democristiani, “l’autista superbo quando il motore gli va in panne è costretto a farsi trainare dal somaro”. La vecchia D.C. deve proprio essere comparata ad un somaro?

 

R) Guardi che evocare i somari non è offensivo. Sono stati per tanto tempo essenziali come supporto nei lavori agricoli. Erano anche simbolo di pazienza nonché di umiltà rispetto ai cavalli, specie a quelli di razza.

 

D) Ma se qualcuno guarda dall’alto in basso il “teatrino” della politica dei lunghi anni democristiani, Lei come giudica la situazione attuale?                                                        

 

R) L’obiettivo di semplificazione del sistema concentrando tutto in due soli blocchi è stato molto dannoso. L’Italia è varia sotto tutti gli aspetti (culturali, storici, economici) e la proporzionale dava a ciascuno il suo. Non è affatto vero che ne soffrisse la stabilità e la governabilità. Con giuste e modellate alleanze si è fatta crescere la Nazione. Non a caso Forza Italia era nata con la proposta Tremonti- Urbani che è modellata sul sistema tedesco: proporzionale con un tetto minimo del cinque per cento. Occorre tornarci.Tornerebbe il “dialogo”, che è essenziale.

 

 

D) E considerando chi si occupa di politica oggi, nel libro fra i tanti di “ieri” figura anche Ilona Staller, più nota come “Cicciolina”, Le sembra che si sappia fare ancora politica ?                      

 

R) Credo che Pannella pensasse già da prima a mettere in giuoco la Staller per una sola Legislatura. Era una carta puramente elettorale. Non è certo da imitarsi.          

 

 

 D) Senatore un’ultima domanda, sappiamo che nel corso della Sua carriera, Lei si è occupato anche di politica estera, ha incontrato e conosciuto personaggi, uomini e donne, della scena politica internazionale. Non  ha mai pensato di scrivere un libro per raccontare anche questi?

 

R) Qualcosa ho fatto. Vedi i due libri “USA Visti da Vicino” e “URSS Visti da Vicino”. Sono stati tradotti anche in più lingue. Comunque Lei mi suggerisce un’idea. Ci rifletterò. Per ora ho licenziato le bozze del mio diario del 1947, anno di grandi svolte, e vi è molta politica estera.

 

 

Andreotti_bn.jpg

Nell'immagine il senatore Giulio Andreotti

 

NOVITAINLIBRERIA

RECENSIONI

SPECIALE LIBRI

GIULIETTO CHIESA

IL GATTOPARDO    

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tag(s) : #interviste e articoli
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: